.
Annunci online

"Leggo per legittima difesa" (Woody Allen)
VIAGGI
9 gennaio 2010
Viaggio a Roma dal 26 al 29 dicembre 2009.


Mezzo di trasporto: Freccia d’argento di Trenitalia da Brescia a Roma Termini. Costo andata e ritorno € 136,00. Giudizio… nì. Prenotare con Internet è un drammone, per cercare di ottenere buone tariffe bisogna fare varie prove e spesso si viene buttati fuori perché non si sono portate a termine quelle che il programma considera più prenotazioni iniziate (vale a dire le prove che uno fa per vedere quando è più conveniente viaggiare). Così bisogna aspettare per forza un quarto d’ora prima di effettuare nuove prenotazioni. Io, nella mia ignoranza, pensavo che le “frecce” fossero tutti treni nuovi, invece non sono altro che vecchi Eurostar. All’andata il primo bagno in cui mi sono infilata presentava una situazione ben conosciuta: bagno intasato, niente acqua né di scarico né per lavarsi le mani…

All’andata il treno è arrivato puntualissimo, si parte da Brescia alle 7.05 e si è a Roma Termini alle 10.55, ma al ritorno il treno aveva 40 (!) minuti di ritardo e se non avessi avuto chi mi veniva a prendere a Verona avrei anche perso la coincidenza per Desenzano, evento certamente non piacevole alle 22.30 di sera.

Quindi, qualche dovuta riserva. Le fermate sono ridotte al minimo, si ferma solo a Verona, Bologna e Firenze. Mi sa che l’alta velocità è un mix tra fermate ridotte e tratti in cui si va più spediti ma il tutto mi sa di maquillage molto costoso per le tasche degli utenti.

Soggiorno: presso il Bed and Breakfast Casa Vicenza: http://www.bbdormire.com/bed-and-breakfast-casa-vicenza.htm http://www.viaggiareweb.it/bb-casavicenza http://www.ospitando.com/it/roma/bed-and-breakfast-casa-vicenza/

Il B&B è vicinissimo alla Stazione Roma Termini, è quindi comodissimo anche per tutti gli spostamenti in città essendovi la fermata della metropolitana ed il capolinea di tantissimi bus che raggiungono qualsiasi parte della città. E’ situato al quarto piano senza ascensore, perciò non è adatto a chi ha problemi di mobilità. La colazione può esser fatta perché vi è un angolo cottura comune alle tre stanze, ma bisogna arrangiarsi e vengono fornite merendine confezionate. Al nostro arrivo sono stati fatti casini per quanto riguarda la prenotazione e quindi le mie due compagne di viaggio sono state sistemante in un appartamento adiacente. In complesso le stanze sono piacevoli, ognuna ha il suo bagno, c’è il Wi Fi ed i prezzi non sono eccessivi. Direi che il giudizio è discreto/buono, con la riserva del fatto che non ho altri termini di paragone per Roma.

Ristoranti:
1) il Ditirambo a Campo dei Fiori piazza della Cancelleria, 74 Tel. 06 6871626;

2) Grappolo d’oro, piazza della Cancelleria, 80 http://www.grappolodorozampano.it/

3) da Armando al Pantheon sal. Crescenzi, 31 tel. 06 68803034

Tutti e tre sono buoni ristoranti, segnalati dalla Guida del Gambero Rosso per il buon rapporto costo/qualità. Siamo intorno alla trentina di euro. Ricordatevi sempre di prenotare, è fondamentale.

Per mangiare bene all’ora di pranzo mentre si è in giro per il centro e non spendere molto consiglio l’Antica Tavola Calda del Corso in via del Corso, 321.

W la Dolce Vita.

Arte.

 


località
16 dicembre 2008
MERCATINO DI NATALE A FRANCOFORTE SUL MENO.
Eccomi finalmente tornata al mio blog ed agli amici bloggers. Cosa offra Francoforte lo potete vedere sul piacevolissimo sito web del Comune www.frankfurt.de nel quale troverete tutte le informazioni anche in italiano. Io cercherò di darvi delle informazioni, come al solito, più smanettone e pratiche.
Francoforte è la capitale finanziaria della Germania e, di fatto, dell’Europa. Ospitando sia la Banca Centrale Europea che l’omonima Borsa, gli abitanti la chiamano “Mainhattan”, con un gioco di parole tra Main (Meno) e Manhattan. Così come, chi si reca in centro, va nella ….City.
La città dell’Assia è, tutto sommato, relativamente piccola, contando ca. 670.000 abitanti. In uno strano ed affascinante mix unisce i grattacieli più moderni ad edifici storici di stile contadino, tutto a poca distanza gli uni dagli altri, con armonia ed eleganza. Purtroppo il vero centro di Francoforte è quasi stato interamente ricostruito, poiché circa il 70% degli edifici storici è stato distrutto dai bombardamenti del 1944.
Tolti gli aerei di linea, decisamente costosi, è possibile raggiungere Francoforte da Bergamo con la compagnia low cost Ryan Air, talvolta a costi che non coprirebbero neppure i pedaggi dell’autostrada se si andasse in macchina (tipo 30/40 € andata e ritorno). A parte gli orari un po’ particolari, vi faccio presente che l’aeroporto in cui atterrerete è Hahn, il quale è un ex aeroporto militare dismesso a 120 km dalla città. In effetti è un po’ come se chi volesse atterrare a Milano arrivasse a Brescia… non proprio dietro l’angolo. Ciononostante vi è un comodo bus navetta, con molte corse al giorno, che con un costo contenuto (mi sembra di ricordare che un paio di anni fa fosse attorno ai 10/15 €) vi porterà in centro città, alla Stazione di Francoforte.

Questa volta ho deciso di dedicarmi al “viaggiare lento” e, con non poche peripezie di tipo amministrativo, sono andata in treno. Ho fatto tutto online, registrandomi ed utilizzando separatamente i due siti www.trenitalia.it e http://www.bahn.de/international/view/it/index.shtml poichè, in stazione, non mi veniva data la possibilità di prenotare l’intero tragitto ma solo la parte da Desenzano del Garda a Monaco. E fino a Francoforte, a piedi? O acquistare il biglietto per Francoforte in stazione a Monaco con relativa perdita della coincidenza?
Sigghhh… alle porte del 2010 ogni ferrovia fa a sé, incluso Internet. Anche in rete dovrete acquistare i due biglietti separatamente, con un’ ultima chicca: il biglietto tedesco è completamente online, si crea un PDF da stampare. Il biglietto italiano acquistato in rete, per le tratte estere, va comunque stampato utilizzando una delle biglietterie self service che, solitamente, sono presenti nelle stazioni. Insomma, è semi-online…

Il miglior collegamento, che vi consentirà di effettuare un solo cambio, è il seguente: andata EC 93 (Desenzano partenza ore 8.08) Leonardo da Vinci con arrivo a Monaco di Baviera alle 14.27. Si riparte per Francoforte alle 14.55 con l’ICE 622 che arriva a destinazione alle 18.05. I due binari si trovano a poca distanza l’uno dall’altro. La combinazione del ritorno è ICE 529 da Francoforte alle 9.54, arrivo a Monaco alle 13.04 e partenza verso Desenzano alle 13.31 con il Leonardo da Vinci EC 89. Ovviamente queste combinazioni riguardano il passaggio dal Brennero anziché dalla Svizzera che offre altrettante possibilità. Io ho pagato ca. 226 euro. Vi consiglio di cercare una tariffa Smart che consente un risparmio notevole sul ritorno.

Il Mercatino è molto vario, con bancarelle di dolci e prodotti artigianali di buona qualità che si dipanano lungo le vie del centro storico ed in parte lungo il fiume. Di fatto è diverso dai mercatini dell’Alto Adige, per quanto anche essi belli e suggestivi. Vi offro qualche immagine ripresa qua e là, come vedrete non sono certo Spielberg e la videocamera è una portatile da poco più di 80 euro. Quello che mi interessava cogliere era l’intensa atmosfera natalizia, il senso di benessere e la gioia dei visitatori (peccato che non esista l'odorometro per catturare profumo di spezie, cannella e vin brulè..).

La colonna sonora è delle “The Weather girls” (da “The black Christmas Album) che con grande voce cantano “Dear Santa (bring me a man this Christmas)”. In questi tempi un po’ bacchettoni mi sembrava bello ed ironico che le fanciulle chiedessero a Babbo Natale un uomo per regalo. Più oneste di così!


Un caro saluto ai bloggers che passano di sfuggita, a quelli che restano, a coloro che commentano. Un pensiero particolare a Giovenale, Eldas, Moon (e gruppo 2+2=5), LadyMarica, Eugualemcalquadrato, Shin, EnricoD, Il Filosofo, Enzo49, Fort, Fingersmith, MoniaTa, FiorediCampo, Laura, Carezza, Ombra, Zadig, Santiago e Ruemeridian. Un abbraccio telematico immediato agli eventuali dimenticati per farmi subito perdonare… come sapete faccio gaffes…

A presto, Arte.

 
sfoglia
   settembre       

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte


by Blografando&BW



IL CANNOCCHIALE